Dicembre 2011

Il grazie di ATS pro Terra Sancta a tutti i volontari e gli amici pro Terra Sancta

Giunti alla fine di quest’anno, un pensiero e un ringraziamento speciale va a tutti i collaboratori e gli amici della Terra Santa che hanno supportato le nostre attività durante tutto il 2011.

Sono tanti coloro che in quest’anno, per amore di questa terra e delle pietre vive che qui abitano, hanno voluto dedicare una parte del loro tempo e delle loro energie al supporto delle attività di ATS pro Terra Sancta.

Lo hanno fatto da vicino e da lontano, per brevi o per lunghi periodi, spesso su base volontaria, ma sempre con grande professionalità. I volontari che collaborano alla buona riuscita dei nostri progetti sono infatti nella quasi totalità dei casi persone altamente qualificate, che prestano le loro competenze specifiche in modo gratuito, proprio in virtù della loro passione per la Terra Santa.

Riconoscenti per l’aiuto che ci hanno offerto, desideriamo ringraziarli uno per uno, anche a nome di tutti coloro che beneficiano delle attività e dei progetti che ATS pro Terra Sancta sostiene.

Qui di seguito riportiamo i messaggi e le riflessioni di alcuni di loro:

“Porterò sempre nel cuore l’esperienza di Gerusalemme, lungo il mio cammino e le mie scelte. Porterò soprattutto le persone, che mi hanno dato amicizia e riconoscenza, insegnato, toccato e commosso, e mi hanno aiutata a crescere. Nulla accade per caso.”  Valentina, volontaria di ATS pro Terra Sancta.

***

 Trabajar en Jerusalén es estar en contacto día a día con la Historia fundamental de nuestra Civilización. La religión está constantemente presente en la ciudad, es una oportunidad única tanto para poder crecer espiritualmente como para conocer personas excepcionales de las que hay mucho que aprender.”

(Lavorare a Gerusalemme significa stare quotidianamente a contatto con la Storia fondamentale della nostra cultura. La religione è costantemente presente nella città, è un’opportunità unica sia per crescere spiritualmente sia per conoscere persone eccezionali, dalle quali ho molto da imparare”). Laura, volontaria presso l’Ufficio Tecnico della Custodia di Terra Santa.

***

“Oggi ero a pranzo con un frate, nel tavolo a fianco al nostro c’erano dei ragazzi arabi musulmani e nell’altro dei turisti con la guida ebrea israeliana. Da quando sono qui mi sono sempre sforzata di inghiottire la complessità della realtà, ma ho piuttosto imparato a gustarne un pezzetto alla volta, cercando di cogliere la semplicità della dimensione umana che si trova in ogni via della città. Grazie Jerusalem/El-Quds/Yerushalaim…a tutte e tre”. Roberta, volontaria per la Custodia di Terra Santa

***

“What I think about my last summer is that I had the time of my life. First of all, the opportunity of working in the Archaeological Museum where I was responsible for conservation allowed me to gain experience needed in my further studies and future occupation. Father Alliata, my magnificent supervisor,told me dozens of important and interesting stories about the greatest passions of mine: the Holy Land and archaeology, which I am very grateful for. Naturally, I was able to practice Hebrew and learn more about the Israeli culture, which I truly value as a Polish citizen. I would not be myself if I did not mention meeting so many fantastic Italians whom I will be hopefully able to meet during the next year’s digs”.

(Ciò che penso della mia scorsa estate è di avere trascorso il più bel periodo della mia vita. Anzitutto, l’opportunità di lavorare al museo archeologico, dov’ero responsabile per la conservazione, mi ha permesso di maturare un’esperienza utile per i prossimi anni di studio e lavoro. Padre Alliata, a cui sono molto grato, mi ha insegnato moltissimo, raccontandomi storie di grande interesse e importanza sulla mia passione: la Terra Santa e l’Archeologia. Naturalmente ho anche avuto la possibilità di esercitare il mio ebraico e di imparare di più sulla cultura israeliana, di cui ho una grande considerazione, come cittadino polacco. Infine, non sarei me stesso se non menzionassi i così tanti fantastici italiani che spero di riuscire ad incontrare per gli scavi del prossimo anno) Matthiew, volontario per la Custodia di Terra Santa.

***

“Un tempo di infinita Grazia mi è stato donato. La possibilità, inaspettata e bellissima, di poter vivere a Gerusalemme e di percorrere le stesse strade attraversate da Gesù. Lo posso fare grazie ad ATS pro Terra Sancta e alla Custodia di Terra Santa, che ringrazio infinitamente. A tutto lo Staff di ATS e a tutti gli amici e sostenitori della Terra Santa il mio più sincero augurio di buon Natale”. Barbara, volontaria di ATS pro Terra Sancta.

***

“L’esperienza di volontariato che ho svolto presso il Museo Archeologico dello Studium Biblicum Franciscanum ha rappresentato per me un importantissimo accrescimento umano e di fede. Ritrovare, inaspettatamente, persone conosciute in Italia, incontrare nuovi amici provenienti da tutto il mondo e con essi condividere la mia passione per l’archeologia ed esplorare realtà culturali apparentemente lontane, ma di fatto a noi molto vicine. Un’avventura che consiglio a tutti per conoscere meglio se stessi e gli altri”. Davide, volontario della Custodia di Terra Santa

condividi facebook twitter google pinterest stampa invia
Notizie correlate:

“Un nuovo cielo e una nuova terra”: il 29 ottobre a Roma la IX Giornata per le Associazioni di Terra Santa (Ottobre 2016)

Roma, 24 ottobre: l’ottava giornata per le Associazioni di Terra Santa (Settembre 2015)

24 ottobre 2015: a Roma la giornata annuale per le associazioni di Terra Santa (Luglio 2015)

“Cosa sono qui a costruire?”: la testimonianza di Alice, volontaria a Gerusalemme (Gennaio 2015)

La Terra Santa tra luci e ombre: la VII edizione della Giornata per le associazioni di Terra Santa (Settembre 2014)

Marta e Claudia, tre mesi al servizio delle opere di carità a Betlemme (Aprile 2014)

“A Betlemme, come ovunque nel mondo, Gesù ha il volto di chi soffre”. L’esperienza di Nicoletta insieme alle anziane di Betlemme. (Gennaio 2014)

Oltre 20 associazioni e gruppi alla sesta Giornata dei volontari pro Terra Santa (Ottobre 2013)

Servizio Civile al termine: il racconto di Giuseppe (Febbraio 2013)

Servizio Civile a Gerusalemme: il racconto di Nando al termine di quest’esperienza (Gennaio 2013)

Dalla Valle d’Aosta una bella iniziativa per promuovere il libro “Aggrappati alle Radici”, sui cristiani di Terra Santa (Novembre 2012)

Grande successo per la quinta Giornata per i Volontari di Terra Santa (Ottobre 2012)

A Roma la quinta Giornata per i Volontari di Terra Santa (Ottobre 2012)

Un mese a Betlemme, per vivere con i piccoli della Terra Santa (Settembre 2012)

Due racconti dai volontari che hanno passato l’estate a Gerusalemme, impiegati in progetti di ATS pro Terra Sancta (Settembre 2012)

La nuova biblioteca di San Salvatore: nove volontari al servizio per due settimane (Settembre 2012)

A Roma la quinta Giornata per i Volontari di Terra Santa (Agosto 2012)

Esperienza umana, di studio e di scoperta: il racconto di Davide, volontario a Gerusalemme (Agosto 2012)

Associazione “Romano Gelmini per i popoli della Terra Santa”: terminate le missioni estive 2012 (Luglio 2012)

A servizio della Terra Santa: la parola ai quattro volontari di Servizio Civile a Gerusalemme (Luglio 2012)