Novembre 2012

Mosaici di Terra Santa. Un ponte di pace attraverso il Mediterraneo

La mostra espone copie in scala reale di alcuni dei capolavori in mosaico della Terra Santa, realizzate dai mosaicisti palestinesi del Mosaic Centre di Gerico e da mosaicisti italiani, utilizzando gli stessi colori e materiali (tessere di pietra, vetro, oro e madreperla) degli originali.

L’arte del mosaico è tipica del bacino mediterraneo. In Palestina ha avuto una durata eccezionale rispetto ad altre regioni: iniziata in epoca ellenistica, ha attraversato le età romana, bizantina, islamica, crociata e mamelucca, per almeno 14 secoli. Gli attuali Territori Palestinesi conservano mosaici che possiamo annoverare tra i più begli esempi esistenti di arte musiva antica. Gli obiettivi della mostra sono quelli di rendere consapevole le comunità locali e internazionali dell’importanza di questo patrimonio palestinese e facilitarne la conservazione. La varietà delle localizzazioni dei pezzi originali (chiese, palazzi, moschee, scuole religiose ecc.) e dei periodi storici offrono l’opportunità di riflettere sulla lunga e variegata storia di quella terra e del suo straordinario patrimonio culturale.

La mostra include un catalogo e pannelli esplicativi che illustrano i mosaici originali, la loro storia, collocazione e condizione attuale e le modalità di produzione delle copie.

Scarica la scheda tecnica dettagliata della mostra “Mosaici di Terra Santa”!

La mostra, realizzata dal Mosaic Center di Gerico grazie al contributo dell’Unione Europea e di ATS pro Terra Sancta, è stata fino ad ora esposta a:

–  Gerusalemme, Al Quds University, maggio 2011.

 Hebron, Museo della Città Vecchia, luglio 2011.

–  Mazara del Vallo (Trapani), chiesa di Santa Veneranda, settembre 2011.

–  Milano, Palazzo del Consiglio Regionale della Lombardia, dicembre 2011.

***

«Cerchiamo di creare ponti di pace attraverso la cultura, per ricordare che la memoria e l’eredità culturale appartengono a tutti senza distinzione di appartenenza religiosa». Osama Hamdan, architetto e collaboratore di ATS pro Terra Sancta, responsabile della mostra.

condividi facebook twitter google pinterest stampa invia