Novembre 2016

Quelle scuole musulmane in visita al museo sulla Via Dolorosa

Vogliamo tornare al Terra Sancta Museum!”. Lo ripetono in continuazione gli studenti della scuola Al Nur per ragazzi con difficoltà di apprendimento, al termine della visita alla sezione Multimediale del Terra Sancta Museum. E insistono così tanto che la scuola dovrà tornare una seconda volta, presto, nonostante non lo abbiano programmato.

L’iniziativa, che coinvolge due scuole musulmane di Gerusalemme, sta avendo davvero un grande successo. Anche le ragazze della Al Tur school infatti sono attentissime alla spiegazione, mentre si aggirano tra i chiostri del Convento della Flagellazione.

In fondo stanno conoscendo la loro storia, un patrimonio che gli appartiene e di cui non sapevano nulla. Non sapevano si potesse entrare a visitare un museo sulla storia di Gerusalemme e le radici del Cristianesimo, nel luogo dove la tradizione colloca la condanna di Cristo. Non lo sapevano, ma ne rimangono affascinate. E non si perdono un minuto del filmato che racconta delle vicende della Città Santa. Anche di guerre per il potere certo, di conflitti che sussistono ancora.

Chissà se questi ragazzi si rendono conto che il loro essere li, la loro apertura ad imparare, è il primo passo in risposta a questi conflitti. La prima mossa verso la costruzione di una nuova Gerusalemme, che come dice il filmato, significa  “Visione di pace”.

Perché questo è lo scopo del progetto, gestito dal Mosaic Centre in cooperazione con Associazione pro Terra Sancta e in collaborazione con lo Studium Biblicum Franciscanum. Con questa iniziativa si vuole far conoscere la propria storia ai ragazzi, ma soprattutto li si vuole educare all’apertura e al confronto per creare ponti di amicizia, per costruire insieme. E i primi a saperlo sono sicuramente i loro insegnanti, che è doveroso ringraziare.

Così mentre intorno si accentuano i conflitti e le divisioni, i ragazzi continuano a ripetere “Vogliamo tornare a vedere il museo! Vogliamo tornare a vedere il museo!”, per conoscere sè stessi innanzi tutto, e gli altri.

Sostieni anche tu questa incredibile iniziativa!

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
OLYMPUS DIGITAL CAMERA
OLYMPUS DIGITAL CAMERA
OLYMPUS DIGITAL CAMERA
OLYMPUS DIGITAL CAMERA
OLYMPUS DIGITAL CAMERA
OLYMPUS DIGITAL CAMERA
OLYMPUS DIGITAL CAMERA
OLYMPUS DIGITAL CAMERA
OLYMPUS DIGITAL CAMERA
OLYMPUS DIGITAL CAMERA
OLYMPUS DIGITAL CAMERA
condividi facebook twitter google pinterest stampa invia
Notizie correlate:

Con Rozan e Dima al Terra Sancta Museum (Ottobre 2017)

“DIETRO LE QUINTE” DEL TERRA SANCTA MUSEUM (Aprile 2017)

Terra Sancta Museum sulla Via Dolorosa, perché “nessuno lo sa” (Febbraio 2017)

Dodici anni Custode. Dodici anni presidente (Giugno 2016)

Terra Sancta Museum – Via Dolorosa: cosa dicono i visitatori? (Aprile 2016)

Scopri la Via Dolorosa! (Marzo 2016)

Terra Sancta Museum: che lo spettacolo abbia inizio! (Febbraio 2016)

Terra Sancta Museum, cerimonia di posa della prima pietra celebrata dal Custode di Terra Santa (Giugno 2015)

Ostensione della Sindone: un’anteprima del Terra Sancta Museum a Torino (Aprile 2015)

Dal Terra Sancta Museum opere in prestito alla mostra “L’arte di Francesco” (Marzo 2015)

Cecilia e il Servizio Civile a Gerusalemme: “Questo è un posto in grado di metterti costantemente alla prova” (Dicembre 2014)

Terra Sancta Museum: alla riscoperta delle radici cristiane in Terra Santa (Agosto 2014)

Jacopo e le medaglie della collezione Piccirillo: il racconto di un volontario archeologo a Gerusalemme (Aprile 2014)

Terra Sancta Museum: un opportunità per tutte le nazioni di partecipare alla nascita del Museo della Cristianità a Gerusalemme (Marzo 2014)

Continuano le attività di studio e valorizzazione del patrimonio archeologico della Custodia, in vista del nuovo Terra Sancta Museum (Dicembre 2013)

La Terra Santa in Italia: i prossimi appuntamenti (Novembre 2013)

Bollettino dal Museo Archeologico: le news di settembre e ottobre (Novembre 2013)

La storia dell’antica farmacia dei francescani a Gerusalemme (Settembre 2013)

Torna a Gerusalemme, dopo la mostra di Versailles, il Tesoro del Santo Sepolcro (Agosto 2013)

Raccontare la Terra Santa (Luglio 2013)