Santuario di San Giovanni a Ain Karem: lavori per un nuovo salone di accoglienza per i pellegrini

email whatsapp telegram facebook twitter

Continuano, a ritmo sostenuto, i lavori per la realizzazione di un nuovo salone multifunzionale presso il Santuario di San Giovanni in Ain Karem, vicino a Gerusalemme.

Il locale, destinato all’accoglienza dei gruppi di pellegrini che quotidianamente visitano il Santuario, è parzialmente interrato e in passato era stato adibito a magazzino, officina e in seguito abbandonato. I lavori sono quindi iniziati liberando l’ambiente dalla grande quantità di macerie e rottami che vi si erano accumulati; successivamente l’antica pavimentazione è stata rimossa e conservata per il ricollocamento, che avverrà in una delle ultime fasi dei lavori. In questi giorni gli operai, che hanno terminato la pulizia delle superfici e la preparazione per la nuova soletta a pavimento, sono impegnati nella realizzazione degli impianti elettrici e idrici e nella sostituzione della malta nelle fughe tra le pietre. A breve si provvederà all’intonacatura delle volte.

Grazie ai lavori di ristrutturazione intrapresi dalla Custodia di Terra Santa, attraverso gli operai impegnati nel progetto “Gerusalemme, Pietre della Memoria” sostenuto da ATS Pro Terra Sancta, l’ambiente sta riacquistando il suo aspetto originario, che era andato perduto a causa dell’incuria. La pregevole struttura ad archi e volte a crociera, realizzata a inizio ‘900, è sostenuta da pilastri e murature in massicci blocchi di pietra locale, tagliati e installati con maestria dagli scalpellini che, all’inizio del secolo scorso, erano formati e impiegati nelle Officine di S. Salvatore. Oggi gli operai dell’Ufficio Tecnico Custodiale hanno la fortuna e il privilegio di poter seguire le tracce dei loro predecessori e di lavorare le stesse pietre, che verranno lasciate a vista, all’interno di questo meraviglioso salone.