Verbum caro Hic factum est: restauro e manutenzione della casa di Maria

Israele/Nazaret

CONTESTO & OBIETTIVO

Il verbo qui si è fatto carne. In un’umile casa a Nazaret, un evento ha cambiato per sempre i destini del mondo: qui Maria ha accolto l’Annuncio dell’Angelo che la invitava a diventare madre del figlio di Dio. Proprio attorno a quell’umile casa sorge oggi la Basilica dell’Annunciazione.

A Nazaret Associazione pro Terra Sancta sostiene la realizzazione di migliorie di accesso alla Basilica, per permettere al grande numero di pellegrini che ogni giorno la visita di accedervi più facilmente. Inoltre sostiene i lavori di ordinaria manutenzione e di consolidamento della Grotta dove Maria ricevette l’Annuncio che è in costante logoramento a causa delle infiltrazioni di acqua.

A maggio proponiamo ai nostri donatori di sostenere la campagna di conservazione per rinsaldare un legame particolare proprio nel mese mariano, con il luogo dove la sacra famiglia visse nella quotidianità.

ATTIVITÀ

  • Consolidamento della Grotta di Maria.
  • Sostegno alla ristrutturazione e manutenzione.
  • Realizzazione di migliorie di accesso.

BENEFICIARI

  • I pellegrini del santuario.
  • I parrocchiani della parrocchia latina di Nazaret.
  • Operai e artigiani locali.

La storia

Le donazioni per la Terra Santa hanno consentito nell’arco di 2000 anni di storia di realizzare grandi opere. A volte, intere cattedrali. Era una forma, quella di sostenere i francescani di Terra Santa (attraverso per esempio il testamento) per tenere un legame forte con la terra che ha dato le origini al Cristianesimo e alla propria fede. Un esempio straordinario di questo legame che esisteva tra l’Europa e la terra delle origini è proprio la Basilica di Nazaret, che diviene nel Medioevo arcidiocesi metropolitana con giurisdizione su tutta la Galilea. La Grotta dell’Annunciazione fu inglobata in una nuova solenne costruzione e tornò ad essere meta di molti pellegrinaggi.

Continua a leggere...

Stando alle testimonianze, i lavori per la costruzione dell’imponente basilica iniziarono molto presto, nel 1099, proprio grazie alle ricche donazioni che il normanno Tancredi (allora principe di Galilea) fece alla chiesa di Nazaret.  La Basilica, servita da canonici regolari, era affiancata dal palazzo vescovile e dotata di ospitale per l’accoglienza dei pellegrini e di una ricca biblioteca. A causa delle guerre che infuriavano in quei tempi, per circa quarant’anni la città e la sua arcidiocesi rimasero in mano musulmana e solo una serie di tregue e concessioni permisero ai religiosi di riprendere a celebrare nella basilica e di dare ospitalità ai pellegrini. Nazaret e la via che la collegava ad Acri tornarono formalmente sotto il controllo cristiano nel gennaio del 1229, grazie all’accordo fatto tra Federico II e il Sultano Al-Malik al-Kamil. Un’altra grande e ricca donazione di arredi, paramenti e vestimenti sacerdotali alla cattedrale fu elargita dal re di Francia Luigi IX, che si recò in pellegrinaggio a Nazaret nel marzo del 1251. E veniamo infine ai giorni nostri, quando negli anni ‘50 la Custodia di Terra Santa promosse la costruzione di un’altra Basilica, affidata all’architetto Giovanni Muzio. L’architetto si appassionò talmente al progetto che rinunciò al suo onorario. Un altro grande esempio di generosità che testimonia la devozione nei secoli verso la Terra di Gesù e i Luoghi Santi. Una devozione che continua ancora oggi, possibile attraverso i piccoli grandi gesti che permettono ancora di costruire ponti tra l’Occidente e l’Oriente. E in alcuni casi persino Cattedrali. Ricordare l’Associazione pro Terra Sancta nel proprio testamento significa entrare realmente in una storia in cui protagonisti sono stati re e grandi, quella storia che ognuno può contribuire a creare.
 

DONA PER NAZARET

Puoi donare con BONIFICO BANCARIO accedendo direttamente al tuo conto corrente per dare il tuo sostegno a:
ASSOCIAZIONE PRO TERRA SANCTA
Banca Popolare Etica
IBAN: IT 56 R 05018 12101 000014400444
BIC CODE: CCRTIT2T84A

Oppure puoi andare in Posta e compilare un BOLLETTINO POSTALE con questi dati:
intestazione: ASSOCIAZIONE PRO TERRA SANCTA
conto corrente postale n. 1012244214

Vuoi ricevere un promemoria con questi dati per effettuare la tua donazione?

email whatsapp telegram facebook twitter