logo-pro-terra-sancta

“Quando la mamma mi abbraccia mi vengono le bolle: purtroppo sono un bambino farfalla.”

Ahmed (da Gaza)

Li chiamano bambini farfalla perché sono delicati come le farfalle, sono bambini che non possono essere toccati, tantomeno abbracciati, il contatto è la loro più grande paura.

Questi bambini hanno bisogno di fisioterapia, creme, antibiotici, scarpe speciali, bende per evitare il contatto persino con i propri vestiti.

AIUTALI ANCHE TU!

Dona subito online con carta di credito o Paypal e aiutaci a raggiungere il nostro obiettivo!