Ciao, sono AYAD

Oggi compio dieci anni

Dieci anni di Guerra in Siria

Oggi ricorre un anniversario tristissimo, l’anniversario del terribile conflitto che dal 15 marzo 2011 dilania la Siria.

Per questa occasione abbiamo preparato un video commemorativo che ripercorre questi anni di guerra attraverso gli occhi di Ayad, un bambino di Aleppo di 10 anni. Come lui, milioni di bambini non hanno mai visto la pace e come lui desiderano solo di poter tornare a essere i bambini che non sono mai stati.

Scopri la storia di Ayad:

Abbiamo bisogno del tuo aiuto per

Procurare cibo e vestiti per i bambini

Aiutarci a coprire il costo mensile delle attività di supporto psicologico per un bambino

Contribuisci a coprire i costi di gestione del centro di accoglienza

Dona ora online

Oppure puoi donare

Con bonifico bancario

ASSOCIAZIONE PRO TERRA SANCTA
Banca Popolare Etica
IBAN: IT 56 R 05018 12101 000014400444
Causale: 21414 Decimo Anniversario

Con bollettino postale

intestazione: ASSOCIAZIONE PRO TERRA SANCTA
conto corrente postale n. 1012244214
Causale: 21414 Decimo Anniversario
Sai che puoi donare con bollettino postale anche online?
Visita il sito di Poste Italiane oppure dona con bollettino sull’homebanking o con la app della tua banca!

Ultime Notizie

Diario di viaggio – Libano #3

Diario di viaggio – Libano #3

Giorno 3: Beirut a un anno dall’esplosione di Giacomo Pizzi  Nonostante la stanchezza, il caldo non ci lascia dormire la notte: la sveglia delle 7 è quasi un sollievo. Oggi in programma c’è la visita a 12 famiglie dei nostri beneficiari che sono state vittime...

Diario di viaggio – Libano #2

Diario di viaggio – Libano #2

Libano. I volti e la storia di una crisi che ha distrutto un paese.  di Giacomo Pizzi Le origini della crisi economica e sanitaria che ha colpito il Libano mi sono state spiegate da chi la sta vivendo in prima persona: parlando con i miei colleghi, i volontari e...

Diario di viaggio – Libano #1

Diario di viaggio – Libano #1

Giorno 1: l’arrivo di Giacomo Pizzi Arriviamo a Beirut alle 22.30 con volo da Istanbul. Siamo in viaggio dalle 11 del mattino e da allora ci siamo levati la mascherina solo per i pasti. All'uscita, la fila per il visto è interminabile: una folla di almeno 200 persone...