Città Vecchia di Gerusalemme: è in corso un importante intervento grazie alla generosa donazione di una Parrocchia

Tutte le stanze dell’appartamento abitato da una famiglia cristiana, nella Città Santa di Gerusalemme, si trovano al di sotto del livello stradale e sono di fatto interrate. L’unica possibilità di areazione è pertanto attraverso la piccola corte interna che, a sua volta, si trova al di sotto del livello della strada. La conseguenza? Le stanze interne sono insalubri e scarsamente areate già in condizioni di normalità.

A peggiorare la situazione, poi, le perdite degli appartamenti ai piani superiori, dotati di impianti idrici e di scarico obsoleti, che hanno provocato una situazione al limite dell’indescrivibile. Muffe e intonaci scrostati, cortocircuiti causati dalle infiltrazioni di umidità e scarsissime condizioni igieniche sono solo alcuni dei problemi che si riscontrano nell’appartamento situato nel quartiere cristiano della Città Santa di Gerusalemme.

Grazie alla generosa donazione della Parrocchia S. Giovanna Antida di Roma, pervenuta alla Custodia di Terra Santa tramite il parroco don Massimiliano Nazio, l’Ufficio Tecnico della Custodia di Terra Santa potrà realizzare alcuni interventi di urgenza per migliorare le condizioni di vita dei cristiani che abitano la casa in questione nella Città Santa di Gerusalemme: sostituire le tubazioni che provocano perdite e infiltrazioni dagli appartamenti soprastanti, sostituire gli impianti obsoleti nei bagni dell’appartamento, intervenire sulla pompa della fossa biologica sostituendola. Si cercherà, inoltre, di aprire una piccola finestra in una delle camere da letto interrate.

Per approfondimenti sul progetto “Gerusalemme, Pietre della Memoria”, clicca qui.

email whatsapp telegram facebook twitter