Marzo 2014

I Consoli italiani di Gerusalemme visitano Sabastiya

Sabastiya, villaggio nel cuore della Cisgiordania, ha accolto martedì 12 marzo il console Generale d’Italia a Gerusalemme, Davide La Cecilia, e il console Elena Clemente. La delegazione ha deciso di visitare l’antico centro storico del villaggio con il desiderio di osservare in loco quanto è stato fatto in questi anni con i numerosi progetti finanziati dall’Italia e portati avanti da ATS Pro Terra Sancta, in collaborazione con il Mosaic Center di Gerico e la Municipalità di Sabastiya.

In questa passeggiata per le vie del villaggio si è potuto costatare il lavoro di riqualificazione e valorizzazione del patrimonio locale, che fino a pochi anni fa era sconosciuto e nascosto anche agli abitanti stessi.

Partendo dalla torre medievale, ora sala espositiva degli elementi architettonici antichi ritrovati, i Consoli sono stati guidati all’accogliente guesthouse, che già ospita turisti provenienti da tutto il mondo. Nella moschea principale del villaggio, un tempo basilica crociata, la delegazione ha poi visitato la tomba di Giovanni Battista, meta religiosa di numerosi pellegrini cristiani e musulmani, terminando la visita con l’imponente sala crociata recentemente scoperta.

Alla visita era presente Antonio La Rocca, delegato del PMSP – Palestinian Municipalities Support Program, che ha reso possibile la pulizia, lo studio e la ristrutturazione di questa sala, lunga trentacinque metri, all’interno della quale è possibile osservare le stratificazioni storico-artistiche del villaggio. Importanti le parole del Console Generale, che ha sottolineato quanto sia importante sfruttare in maniera costruttiva le risorse e il patrimonio locale, così ricco e ancora non abbastanza conosciuto ai milioni di visitatori che ogni anno visitano la Terra Santa.

Come piacevole conclusione di questa visita la delegazione italiana ha potuto godere dell’ospitalità degli abitanti di Sabastiya, visitando la piccola bottega in cui è possibile acquistare alcuni prodotti realizzati dalle donne del villaggio, prima di assaggiare alcuni piatti tipici palestinesi, sosta immancabile per concludere il proprio soggiorno nel villaggio.

 

13135140123_1b49a49e55_c
13135161133_8bc7875695_c
13135176505_1ffbc13ebf_c
13135182653_e797e96c12_c
13135240475_f76c743710_c
13135278293_137507152d_c
13135347163_4894245c01_c
13135381073_c10c4c37ff_c
13135398204_efdab15ecb_c
13135418804_7363fcfa36_c
condividi facebook twitter google pinterest stampa invia
Notizie correlate:

Sebastia: nuovi spazi per un turismo sostenibile e responsabile (Marzo 2019)

Condividere e dialogare: i corsi di lingua a Gerusalemme, Betania e Sabastiya (Aprile 2018)

Le donne di Samaria oggi (Marzo 2018)

Storia di Ruwaida, ceramista di Nisf Jubeil (Luglio 2017)

Rami di Nisf Jubeil (Maggio 2017)

Una sola famiglia cristiana a Sebastia (Settembre 2016)

L’arte della ceramica e una nuova guesthouse, per dare speranza a un altro villaggio in Samaria (Ottobre 2015)

Un corso di ceramica per i ragazzi palestinesi: dal patrimonio archeologico allo sviluppo locale (Aprile 2015)

Sabastiya: inaugurata la nuova guesthouse, all’insegna del turismo solidale (Ottobre 2014)

Imparare l’accoglienza: terminato il corso di lingua italiana a Sabastiya, parlano i protagonisti (Agosto 2014)

Sabastiya, turismo accogliente di comunità (Luglio 2014)

Imparare l’italiano a Sabastiya (Maggio 2014)

Nuova vita per la guesthouse di Sabastiya e per i giovani del villaggio (Gennaio 2014)

Sabastiya: una nuova guida per raccontare la storia e la bellezza del villaggio della Samaria (Marzo 2013)

Un libretto per raccontare ai bambini di Sabastiya la storia del loro villaggio (Novembre 2012)

Sabastiya (Novembre 2012)

Un seminario per chi guida i pellegrinaggi in Terra Santa (Novembre 2012)

Molti visitatori per la mostra su Sabastiya a Crespellano, che continua fino al 30 settembre (Settembre 2012)

Sabastiya vi aspetta… a Crespellano! (Settembre 2012)

Sabastiya: terminato con una festa il corso di italiano per i ragazzi del villaggio (Agosto 2012)