Giugno 2015

La lista nozze? Un dono speciale per Betlemme

Maurizio e Valentina hanno desiderato che il loro matrimonio fosse un dono per gli altri, si sono sposati ad Assisi guidati dai frati francescani coinvolgendo un gran numero di persone e ad esse hanno chiesto generosità, per portare provvidenza a chi era nel bisogno. Per questo hanno scelto di fare una lista nozze molto particolare: hanno raccolto le offerte di amici, parenti e conoscenti e ad aprile sono partiti per la Terra Santa. Vi erano già stati altre volte, questa volta però ci sono andati non solo per pregare, ma soprattutto per conoscere e condividere il loro tempo con le pietre vive di questa terra.

Nel mese successivo al loro viaggio, grazie alla loro donazione davvero particolare, Associazione pro Terra Sancta ha portato a termine tre progetti in tre diverse e fondamentali realtà di Betlemme: l’asilo delle suore francescane al campo profughi di Aida, la casa d’accoglienza per bambini disabili Hogar Niño Dios, e il centro diurno per anziani della Società Cartitatevole Antoniana.

L’Asilo, situato all’interno del campo profughi di Aida, accoglie sia bambini che abitano nel campo siabambini provenienti da Beit Jala, Beit Sahour e Doha, paesi vicini a Betlemme. La situazione all’interno del campo è piuttosto complessa e i bambini vivono spesso in famiglie molto povere e problematiche. Le suore francescane hanno perciò creato una piccola oasi in cui i piccoli possono giocare, stare insieme e crescere in serenità. Grazie alla donazione di Maurizio e Valentina, le suore dell’asilo sono riuscite a comprare diversi giochi: uno scivolo da mettere in giardino, una casetta e delle piscine di palline gommose da mettere nella sala dei giochi interna. Nonostante il muro di separazione tra Israele e Cisgiordania sia proprio di fronte alla recinzione dell’asilo, i bambini sembrano non curarsene, entusiasti del bel tempo e dei nuovi giochi.

All’Hogar Niño Dios, invece, i beni di prima necessità sono quelli che più spesso vengono a mancare. Ospitando ventiquattro tra bambini e ragazze diversamente abili, le suore che gestiscono la casa hanno deciso di utilizzare quanto ricevuto per acquistare vestiti, medicine, cibo e quaderni.

Infine, la parte di donazione destinata alla Società Caritatevole Antoniana è stata utilizzata per costruire una pedana che facilita la salita e la discesa degli anziani in carrozzina che tre volte a settimana partecipano alle attività del centro diurno. Inoltre, visto l’arrivo del bel tempo, si è pensato di regalare tavoli e sedie da esterno, per permettere agli ospiti della casa di sedersi all’aria aperta e realizzare le loro attività anche in giardino e in veranda.

La decisione di sostenere le strutture sopra citate combacia con il desiderio di sostenere i più deboli e indifesi. Nel complesso contesto dei Territori Palestinesi, dove la popolazione vive in uno stato di continua tensione, diventa fondamentale tutelare gli anziani –  coloro che rappresentano il passato e la tradizione di questo luogo – e garantire un’istruzione e un’educazione ai più piccoli, che rappresentano la speranza più grande per un futuro di cambiamento. Il dono che Maurizio e Valentina hanno fatto all’asilo, all’Hogar e al centro diurno della Societa Antoniana rappresenta dunque un regalo speciale e indimenticabile, per il quale non si può che essere grati e riconoscenti, ma lo è stato ancora di più il fatto che abbiano voluto conoscere da vicino i bambini e gli anziani di una Betlemme troppo spesso lasciata ai margini.

Maurizio e Valentina, con la loro scelta, non solo hanno fatto un  gesto concreto di solidarietà verso i più bisognosi, ma hanno anche dato una forte testimonianza di vicinanza ed incoraggiamento agli operatori sul campo, religiosi e non, che ogni giorno raccolgono la sfida della missione in una Terra in cerca di pace e speranza.

Aiuta anche tu Associazione pro Terra Sancta a sostenere il lavoro delle tante opere caritative presenti a Betlemme. Possiamo organizzare, se lo desideri, una visita speciale focalizzata alla conoscenza di queste opere, in modo da conoscere più da vicino i problemi e le necessità di questa terra. Contatta visit@proterrasancta.org per organizzare un viaggio di conoscenza dei progetti.

condividi facebook twitter google pinterest stampa invia
Notizie correlate:

Le mani e il cuore di Mattia, fiositerapista volontario a Betlemme (Marzo 2018)

Nuovo indirizzo tecnologico del Terra Sancta School di Betlemme: una scommessa all’avanguardia (Marzo 2018)

Continua l’assistenza alle Pietre Vive di Betlemme: la Fondation Francois d’Assise in sostegno dei bisognosi (Ottobre 2016)

“E…stiamo insieme”, l’estate a Betlemme, per giocare e crescere insieme (Luglio 2016)

Betlemme: si conclude il corso di ebraico per 25 donne madri di famiglia (Maggio 2016)

Jamila, un’anziana donna di Betlemme senza assistenza (Gennaio 2016)

Betlemme, il “caldo” regalo del Pilgrims Residence Hotel (Novembre 2015)

Qui tutti siamo nati: un documentario sugli anziani protagonisti della storia di Betlemme (Novembre 2015)

Dona un Natale di speranza a Betlemme (Novembre 2015)

Campo estivo a Betlemme, l’entusiasmo dei più piccoli (Luglio 2015)

Classi rinnovate e sicure: sorpresa per i piccoli alunni dell’asilo Santa Caterina di Betlemme (Aprile 2015)

I francescani di Terra Santa e i loro benefattori. Intervista a p. Sergio Galdi, segretario di Terra Santa e di Associazione pro Terra Sancta (Aprile 2015)

Un disegno dai bimbi di Betlemme, negli ultimi giorni della Campagna di Natale (Gennaio 2015)

Betlemme: delegazione dell’Holy Land Coordination in visita agli anziani della Società Antoniana (Gennaio 2015)

Una commovente colletta per Betlemme da una piccola parrocchia abruzzese (Gennaio 2015)

Solidarietà per la Siria e per la Terra Santa dai ragazzi di tutta Italia (Gennaio 2015)

A Natale per Betlemme: belle notizie dalla parrocchia di Busseto, e da tante parrocchie italiane (Dicembre 2014)

Video: la nostra Campagna di Natale entra nel vivo, con una novità (Dicembre 2014)

Inizia l’Avvento: scopri come lo vivono i più poveri di Betlemme, e come puoi aiutarli (Dicembre 2014)

I musicisti dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia suonano per la Terra Santa: Ruggiero, violinista dell’Accademia, racconta come è nata l’idea (Ottobre 2014)