Nuova vita per Naim, piccolo villaggio della Galilea

Una piccola chiesetta, in un villaggio a pochi chilometri da Nazareth e dal Monte Tabor, ricorda l’episodio della vedova di Naim, raccontato nel Vangelo di Luca, alla quale Gesù riportò in vita il figlio. Oggi la chiesa, che appartiene alla Custodia di Terra Santa e che si trovava in condizioni di abbandono e di scarsa sicurezza, è stata completamente restaurata grazie a un intervento della Custodia e al sostegno di alcuni grandi e piccoli donatori.

Il 7 luglio, alla presenza del Custode, padre Pierbattista Pizzaballa, di molti frati, pellegrini e abitanti del villaggio, la chiesa è stata inaugurata e riaperta ai visitatori, che potranno tornare a ricordare in questo Luogo il miracolo compiuto da Gesù a Naim. Con l’intento di riportare alla vita questo Luogo Santo, in un villaggio ormai completamente musulmano, la Custodia di Terra Santa ha in progetto di costruire vicino alla chiesetta anche un piccolo convento, che ospiterà le suore del Verbo Incarnato.

ATS pro Terra Sancta continua a sostenere la Custodia di Terra Santa per la conservazione dei Luoghi Santi, affinché possano essere sempre accessibili ai tanti pellegrini che vengono a ripercorrere le orme di Gesù su questa terra. Ognuno può rendersi protagonista di questa grande opera di conservazione e valorizzazione dei Luoghi Santi, anche con un piccolo contributo!

 

email whatsapp telegram facebook twitter