Un successo all’inaugurazione, un mese per visitarla: la Mostra sul Getsemani a Rovereto

email whatsapp telegram facebook twitter

Davanti a un pubblico numeroso e attento, è stata presentata lunedì 30 settembre presso la Fondazione Opera Campana dei Caduti di Rovereto la mostra fotografica dal titolo “Getsemani, conservare il passato e formare il futuro”. La Fondazione, insieme al Comune di Rovereto e alla Fondazione Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto, ha sostenuto dall’inizio la realizzazione delle attività di conservazione e formazione, coordinate da ATS pro Terra Sancta e dal Mosaic Centre di Gerico. A cofinanziare il progetto di restauro della Basilica del Getsemani anche il Ministero italiano degli Affari Esteri, il Consolato Generale d’Italia a Gerusalemme, il Ministero palestinese del Local Government, e il Programma di cooperazione Palestinian Municiaplities Support Program – PMSP.

A presentare l’esposizione e a raccontare le varie fasi del progetto sono intervenuti il Reggente della Fondazione, il prof. Alberto Robol, il Sindaco di Rovereto, dott. Andrea Miorandi, l’Economo della Custodia di Terra Santa Padre Ibrahim Faltas, il docente dello Studium Biblicum Franciscanum Padre Pietro Kaswalder, i collaboratori di ATS pro Terra Sancta e coordinatori del progetto, dott.sa Carla Benelli e arch. Osama Hamdan, e il Portavoce degli Enti Locali nel programma PMSP, Paolo Ricci.

La mostra rimane visitabile fino al 31 ottobre 2013, presso la Fondazione Opera Campana dei Caduti (Colle di Miravalle) e invitiamo dunque tutti gli Amici pro Terra Sancta ad andare a scoprire questo progetto di conservazione e di formazione attraverso le fotografie esposte a Rovereto.