Maggio 2018
virtual tour betania

Accesible Palestine: una visita virtuale alla Tomba di Lazzaro a Betania

La presentazione di occhiali 3D per la Tomba di Lazzaro, lo scorso 22 Marzo, è il primo passo dell’iniziativa “Accesible Palestine”, una innovativa forma di turismo sociale promossa da ATS pro Terra Sancta e Mosaic Centre, insieme alla Municipalità di Betania.

Gli Occhiali 3D garantiscono la visita virtuale di siti per pellegrini e turisti con disabilità motorie ai quali, viste le difficili condizioni strutturali di alcuni luoghi, è impossibile l’accesso.

“Finalmente qualcosa di nuovo e innovativo proprio qui a Betania e che ci coinvolge in prima persona” riferisce Hossein Mahmoud Hani, proprietario di uno dei negozi di souvenirs al quale è stata affidata la gestione del supporto.

Il kit, sviluppato da un team di film maker e guide palestinesi coordinati da Sebastian Plötzinger, (nuovo responsabile per la promozione turistica di ATS pro Terra Sancta), comprende occhiali appositi per la visione in Virtual Reality e un telefono esclusivamente dedicato alla riproduzione del filmato da inserire nell’apparecchio e potrà essere richiesto direttamente dai visitatori allo stesso prezzo di una normale visita.

L’iniziativa ha riscosso molta curiosità nel pubblico presente, tanto che una volta finita la cerimonia ufficiale in molti si sono messi in coda per provare questa nuova esperienza di visita. Lo stesso sindaco della città, Issam Faroun si è detto felice e disponibile a future collaborazioni con ATS pro Terra Sancta e il Mosaic Centre per meglio conservare, valorizzare e promuovere il grande patrimonio, ancora nascosto, della sua città, come ad esempio la seconda edizione del Festival cittadino proprio sponsorizzato dalle due Ong.

“Questa iniziativa è la prima nel suo genere in tutta la Palestina, – ha detto Osama Hamdan, direttore del Mosaic Centre che da anni insieme ad ATS pro Terra Sancta sta lavorando al sito di Betania che ruota intorno alla Tomba di Lazzaro. E siamo molto contenti di poter promuovere un gesto civile, non solo tecnico, nei confronti dei tantissimi visitatori, pellegrini e turisti che vengono da ogni parte del mondo per apprezzare il patrimonio culturale, religioso e storico di questa terra”.

Alla luce di questa inaugurazione, degli importanti lavori di scavo e restauro che da più di 3 anni interessano l’area, di nuovi percorsi turistici, di pannelli informativi, il numero di turisti per Betania potrà crescere per così migliorare la ripresa e lo sviluppo sociale ed economico locale.

ATS pro Terra Sancta e Mosaic Centre terranno monitorato lo sviluppo e il prosieguo di questa iniziativa affidata interamente alle istituzioni locali, nella speranza di poter sfruttare questa tecnologia per garantire l’accesso anche ad altri posti e Luoghi Santi della Palestina e, allo stesso tempo, compiere un ulteriore importante passo avanti nella promozione turistica della Terra Santa. Uno degli obiettivi di ATS pro Terra Sancta è, infatti, conservare i Luoghi Santi, e per questo si è voluto garantire l’accesso ai luoghi santi, come la Tomba di Lazzaro a tutte le persone che lo desiderino senza alcuna distinzione e limitazione, e allo stesso tempo promuovere queste zone anche all’estero.

Scopri di più sulle nostre attività a Betania!

condividi facebook twitter google pinterest stampa invia