Dicembre 2014

Betlemme: il Natale arriva tra i bimbi del Caritas Baby Hospital e del Campo profughi di Aida

Il Natale è ormai prossimo e la città di Betlemme è in festa. In questi giorni l’impegno dell’Associazione pro Terra Sancta a servizio delle persone è più intenso che mai, soprattutto dei piccoli, i protagonisti del Natale. Accogliendo l’invito di Gesù a diventare come bambini, i volontari hanno scelto di condividere con loro questo momento speciale.

E così, armati di stelline colorate, luci e decorazioni variopinte, hanno portato l’allegria del Natale al Caritas Baby Hospital, addobbando e decorando i locali della struttura sotto gli occhi divertiti dei piccoli pazienti e dei loro genitori. Si tratta dell’unico ospedale pediatrico della Palestina, che accoglie bambini e ragazzi da tutta la regione, sia cristiani che musulmani.

L’atmosfera di festa ha portato poi i volontari di Associazione pro Terra Sancta alla recita di Natale dei piccoli di Aida Camp. L’allegria e i canti di Natale dei bambini oltrepassavano il muro di separazione freddo e grigio che costeggia il Campo, e che passa proprio nelle immediate vicinanze dell’asilo.

Questa volta i volontari erano accompagnati da una persona speciale: Babbo Natale, che ha portato e consegnato personalmente i regali a ognuno dei 40 bambini. “I piccoli non vedevano l’ora di recitare la Natività del Signore e di cantare le canzoncine di Natale. Naturalmente, poiché la maggior parte di loro è musulmana, abbiamo chiesto alle famiglie se erano d’accordo e loro si sono mostrate subito entusiaste!” racconta una delle suore dell’Asilo.

Questo momento di condivisione, e anche i regali offerti ai bimbi del campo profughi, non sarebbero stato possibile senza il sostegno dei donatori.

Grazie a voi possiamo portare ai bambini di Betlemme la gioia del Natale. Per questo è fondamentale continuare a sostenere la campagna di Natale in favore dei poveri e dei piccoli della Terra di Gesù.

IMG_2174
IMG_2202
IMG_2207
IMG_2219
IMG_2263
IMG_2264
IMG_2307
IMG_2317
IMG_2341
IMG_2349
IMG_2356
IMG_2363
condividi facebook twitter google pinterest stampa invia
Notizie correlate:

Betlemme: la piccola May torna a vedere (Aprile 2019)

Il turismo che fa (del) bene: l’esperienza della Guesthouse Dar Al Majus di Betlemme (Aprile 2019)

Scuole di Terra Santa: quei luoghi dove ancora oggi continua l’incontro tra San Francesco e il Sultano (Febbraio 2019)

Betlemme: dopo 2000 anni, la bellezza e la semplicità di un evento che ha cambiato l’umanità (Dicembre 2018)

“Voglia di acqua” a Betlemme: nuove cisterne di acqua in regalo a Rana e alla sua famiglia (Dicembre 2018)

Ricomincia la scuola a Betlemme! (Settembre 2018)

5 x Mille per l’educazione: l’esempio di due ragazze di Betlemme (Maggio 2018)

Le mani e il cuore di Mattia, fiositerapista volontario a Betlemme (Marzo 2018)

Nuovo indirizzo tecnologico del Terra Sancta School di Betlemme: una scommessa all’avanguardia (Marzo 2018)

Natale a Betlemme: i piccoli segni di una speranza grande (Dicembre 2017)

Natale a fianco dei bambini malati di Betlemme (Dicembre 2017)

Al Campo dei Pastori con fra Josè Maria. Per essere “un po’ pastori e un po’ angeli” (Novembre 2017)

Un servizio per tutta la vita. In Terra Santa con i ragazzi del Servizio Civile Nazionale (Novembre 2017)

Oasi di carità a Damasco. Prima tappa del nostro viaggio in Siria (Ottobre 2017)

Estate a Betlemme: per crescere insieme con la musica (Agosto 2017)

Il “Summer Camp” a Betlemme (Luglio 2017)

Betlemme: il 5xmille di Associazione pro Terra Sancta che porta l’acqua in casa (Aprile 2017)

A lezione con l’Arab Institute di Betlemme: “Non basta conoscersi e interessarsi, ma si deve anche valorizzare l’altro” (Febbraio 2017)

Incontro, buona cucina e la bellezza delle piccole cose: le donne di Betlemme ripartono anche da qui (Febbraio 2017)

“Riconciliarsi con se stessi, per costruire il mondo”: l’avventura dei ragazzi di Betlemme (Gennaio 2017)