Dicembre 2013

Continuano le attività di studio e valorizzazione del patrimonio archeologico della Custodia, in vista del nuovo Terra Sancta Museum

Un progetto scientifico dal grande valore culturale, che prevede il censimento, la schedatura informatica e la riproduzione digitale dei Beni Archeologici della Custodia di Terra Santa, è in corso di realizzazione presso il Museo Archeologico dello Studium Biblicum Franciscanum di Gerusalemme.

Coordinato da ATS pro Terra Sancta, in stretta collaborazione con l’Università degli Studi del Molise nella persona della prof.ssa Fulvia Ciliberto, docente di Archeologia e Storia dell’Arte Greca e Romana, il progetto si intitola “Tutela, studio e valorizzazione di un patrimonio museale” ed è volto a documentare, conservare e valorizzare in modo adeguato l’inestimabile patrimonio archeologico della Custodia di Terra Santa.

In questi mesi si sta procedendo a concludere la catalogazione informatizzata di tutto il materiale esposto al pubblico nel Museo Archeologico dello Studium Biblicum Franciscanum, in vista della ristrutturazione globale dello stesso e del rinnovato allestimento del Museo, all’interno del nuovo Terra Sancta Museum. Le attività sono supportate dal Ministero Italiano degli Affari Esteri, e anche il Ministro dei Beni Culturali Massimo Bray, da poco recatosi a Gerusalemme, è stato informato sugli sviluppi del progetto.

Nel quadro dello stesso progetto, e in collaborazione con il Mosaic Centre di Gerico, il restauratore italiano Alessandro Lugari insieme ai mosaicisti palestinesi del Mosaic Centre stanno procedendo al restauro di alcuni lacerti di mosaico, anche questi esposti nel Museo Archeologico dello Studium Biblicum Franciscanum. Tutte le attività di restauro, catalogazione e riproduzione digitale avvengono sotto l’attenta supervisione di Padre Eugenio Alliata, direttore del Museo e l’assistenza dell’arch. Osama Hamdan.

1-incontro-ministro-7-10-2013
dsc_4348
dsc_4583
dscf5834
img_2136
img_7372
p1020484
ts-ottobre-2013-024
condividi facebook twitter google pinterest stampa invia
Notizie correlate:

Gerusalemme: in viaggio con “Ulisse” di Alberto Angela al Terra Sancta Museum (Settembre 2019)

Gerusalemme. Con i campi estivi al Terra Sancta Museum (Luglio 2019)

Conservare per conoscere: l’esperienza di Eleonora a Cipro (Giugno 2019)

SBF Archaelogical Collections del Terra Sancta Museum: allestimenti e scoperte in attesa dell’apertura (Maggio 2018)

Le malte del cantiere del Terra Sancta Museum (Gennaio 2018)

Con Rozan e Dima al Terra Sancta Museum (Ottobre 2017)

“DIETRO LE QUINTE” DEL TERRA SANCTA MUSEUM (Aprile 2017)

Terra Sancta Museum sulla Via Dolorosa, perché “nessuno lo sa” (Febbraio 2017)

Quelle scuole musulmane in visita al museo sulla Via Dolorosa (Novembre 2016)

Dodici anni Custode. Dodici anni presidente (Giugno 2016)

Terra Sancta Museum – Via Dolorosa: cosa dicono i visitatori? (Aprile 2016)

Scopri la Via Dolorosa! (Marzo 2016)

Terra Sancta Museum: che lo spettacolo abbia inizio! (Febbraio 2016)

Terra Sancta Museum, cerimonia di posa della prima pietra celebrata dal Custode di Terra Santa (Giugno 2015)

Ostensione della Sindone: un’anteprima del Terra Sancta Museum a Torino (Aprile 2015)

Dal Terra Sancta Museum opere in prestito alla mostra “L’arte di Francesco” (Marzo 2015)

Cecilia e il Servizio Civile a Gerusalemme: “Questo è un posto in grado di metterti costantemente alla prova” (Dicembre 2014)

Terra Sancta Museum: alla riscoperta delle radici cristiane in Terra Santa (Agosto 2014)

Jacopo e le medaglie della collezione Piccirillo: il racconto di un volontario archeologo a Gerusalemme (Aprile 2014)

Terra Sancta Museum: un opportunità per tutte le nazioni di partecipare alla nascita del Museo della Cristianità a Gerusalemme (Marzo 2014)