Giugno 2013

Siria, padre François Mourad ucciso in un convento francescano

“Quando padre F. è arrivato nel convento, ha visto le suore spaventate, e il frate a terra, ammazzato”. Padre François Mourad è morto ieri a Ghassanieh, in Siria, all’interno di un convento francescano dove aveva cercato rifugio da diverso tempo. Ancora poco chiare le circostanze del decesso. Una versione riferisce di una pallottola che sarebbe entrata nel convento e avrebbe colpito il sacerdote, mentre secondo altre fonti l’omicidio sarebbe avvenuto durante un saccheggio dei rivoluzionari.

Padre François era nato in Siria ed era molto conosciuto nella regione. Fece il postulato presso la Custodia di Terra Santa a Roma nel 1990 e andò a Betlemme per il primo anno di filosofia. Nel 1992, con il desiderio di dedicarsi a una vita più contemplativa, lasciò l’ordine francescano per entrare a Latroun. E poco dopo lasciò anche la trappa per tornare in Siria. “Veniva spesso in convento – si apprende dai frati minori – e sostituiva i frati in caso di assenza”. Con la guerra aveva deciso di tornare in convento per motivi di sicurezza, per sostenersi e sostenere i pochi rimasti, insieme a padre Filippo e le suore del Rosario.

Proprio in quel convento, dove si sentiva più al sicuro, ha trovato la morte. Nella lettera che padre Halim, responsabile della regione s. Paolo ha inviato ai confratelli di Gerusalemme, viene lanciato un appello all’occidente perché non sostenga i rivoluzionari anti-Assad, che appoggiano gli estremisti religiosi responsabili di diversi attacchi contro la minoranza cristiana.

“Di questo passo – conclude – non rimaranno cristiani in Siria”. Ne è certo anche chi vive queste ore drammatiche. Da Gerusalemme l’invito del Custode a celebrare messe di suffragio. “Preghiamo – ha scritto padre Pizzaballa – perché questa guerra assurda e vergognosa finisca presto e che la gente di Siria possa tornare presto alla normalità.

*

Ricordiamo a tutti l’Emergenza Siria, e l’invito a sostenere concretamente la popolazione siriana.

26248825370_5b286c688f_o (1)
26455586881_ff3e84eac6_o
26455697401_549d96e3ba_o
26493966916_23cb391fa4_o
26521674285_06c6347b62_o
26522211015_073bae6199_o
26587772121_a3ae325111_o
25916743914_6c8e9c2f1d_o
25916852634_70be4b744f_o
aleppo siria
25918797723_46f5006969_o
26249361780_3a022208de_o
26453883311_2d95476fed_o
25917109513_d42d472581_o
26587772351_8561094143_o
condividi facebook twitter google pinterest stampa invia
Notizie correlate:

Damasco. La lunga via della ripresa e i nuovi nemici della Siria (Aprile 2019)

UN NOME E UN FUTURO (Aprile 2018)

IN SIRIA, NOI NON CI ARRENDIAMO (Marzo 2018)

Aleppo: ricuciamo le ferite dei piccoli siriani (Febbraio 2018)

Ricordando il Natale: Il dono dei francescani ai bambini di Aleppo (Gennaio 2018)

Fede, speranza e carità ad Aleppo. Ultima tappa del nostro viaggio in Siria (Novembre 2017)

Oasi di carità a Damasco. Prima tappa del nostro viaggio in Siria (Ottobre 2017)

Aleppo: “tutto da ricostruire, ma non siamo soli” (Settembre 2017)

Aggiornamenti dalla Siria: “Torniamo a casa, ma non è ancora finita!” (Luglio 2017)

GREST 2017: con la parrocchia, ancora vicini alla Siria (Giugno 2017)

Testimonianze dalla Siria: Suor Iole, la missionaria di speranza a Damasco (Maggio 2017)

Sei anni di guerra in Siria e l’instancabile impegno di ATS pro Terra Sancta a fianco della popolazione (Marzo 2017)

Aleppo si rialza (Febbraio 2017)

Aleppo libera, ma la pace è ancora lontana (Dicembre 2016)

Colpita la chiesa francescana di Damasco. Associazione pro Terra Sancta a fianco della Custodia di Terra Santa (Novembre 2016)

Con i nostri occhi il dramma di Aleppo (Ottobre 2016)

Siria: Associazione pro Terra Sancta rilancia l’appello per la pace dell’ordine francescano (Ottobre 2016)

“Non voglio che siate tristi per la guerra”: gli oratori italiani a sostegno di Aleppo (Agosto 2016)

Una proposta estiva per tutte le parrocchie italiane! (Maggio 2016)

Bombe sul collegio Terre Sainte! (Maggio 2016)