I bambini di Betlemme e di Savona uniti attraverso un messaggio di pace

Lo scorso Natale la Cattedrale di Savona ha ospitato la mostra dal titolo Lo spirito di Assisi ci conduce a Betlemme. Ad accogliere i bambini e i ragazzi delle scuole della provincia di Savona, protagonisti dell’iniziativa, il Vescovo di Savona Mons. Vittorio Lupi, il parroco Don Gianni Busoni e il Presidente della Comunità Musulmana Ligure Zahoor Zargar.

La mostra è stata organizzata dagli studenti per raccontare la bella amicizia con i bambini di Betlemme, nata all’interno del progetto di dialogo interreligioso che otto scuole savonesi portano avanti da qualche anno. «Dopo il viaggio ad Assisi, grazie anche ai consigli e all’intercessione dei francescani, è nata l’idea di un contatto con Betlemme – ha detto Francesca, l’insegnante che ha promosso l’evento. «L’estate prossima andremo in Palestina e il messaggio ricevuto da Betlemme in questi giorni ci ha reso ancora più felici e desiderosi di partire».

Le bambine della Terra Sancta Girls School di Betlemme hanno infatti scritto una lettera ai loro coetanei di Savona che è stata esposta nella Cappella della Natività della Cattedrale di N.S. Assunta. Questa una parte del messaggio: «L’Italia è un paese molto bello e saremmo felici di poterla visitare un giorno. Anche la Palestina è un paese molto bello, però ogni tanto c’è gente che si fa male per colpa della guerra. Pregate che anche il nostro paese conosca presto la pace e la libertà!». Come risposta, i ragazzi e la comunità presente durante l’inaugurazione hanno pregato leggendo le loro intenzioni in arabo, rumeno, albanese, spagnolo e italiano per la pace in Terra Santa e nel mondo.

Mons. Vittorio Lupi ha scritto un comunicato indirizzato ai bambini partecipanti all’iniziativa della mostra affermando che «questo impegno a più voci è un prezioso segno di speranza per un futuro fatto di armonia e rispetto reciproco tra le diverse culture e religioni».

Nella galleria sottostante, le fotografie dei bambini savonesi mentre allestiscono la mostra con i loro lavori, e con l’ingrandimento del messaggio arrivato da Betlemme. In allegato alcuni articoli di giornale che hanno parlato dell’iniziativa.

email whatsapp telegram facebook twitter