I nuovi volontari di Associazione pro Terra Sancta incontrano il Custode: “Grazie per la disponibilità”

email whatsapp telegram facebook twitter

Lo scorso venerdì 2 ottobre, i nuovi volontari di Associazione pro Terra Sancta hanno incontrato fra Pierbattista Pizzaballa, Custode di Terra Santa e presidente dell’Associazione. Gli hanno raccontato quello che faranno a sostegno dei progetti della Custodia.

Sono sei volontari in tutto: la maggior parte è arrivata in Terra Santa da pochissimo, qualcuno addirittura il giorno prima dell’incontro. Svolgeranno un lavoro di affiancamento a varie attività degli uffici di Associazione pro Terra Sancta, a Gerusalemme e Betlemme. C’è chi si occuperà di comunicazione, resoconto dei progetti e traduzioni, chi seguirà il fundraising  e chi invece sarà più direttamente coinvolto in un progetto specifico, come l’insegnamento dell’italiano ai novizi francescani e ai ragazzi locali.

Dopo un giro di presentazioni in cui ognuno ha raccontato qualcosa di sé, il Custode ha esposto in breve la situazione della realtà locale. Oltre a Israele e Territori palestinesi, l’area di presenza della Custodia di Terra Santa è vastissima: i francescani sono anche in Egitto, Libano, Giordania, Siria, Rodi e Cipro.

“Quello che mi ha stupito”, ha detto una delle volontarie alla fine dell’incontro, “è che padre Pizzaballa fosse così tranquillo e disponibile nei nostri confronti… Nonostante la marea di impegni e di responsabilità”. E conferma un altro: “Una persona molto alla mano, semplice”.

Grazie per la vostra disponibilità e per il vostro lavoro” ha concluso il Custode di Terra Santa, “ci rivedremo sicuramente tra un mese, così mi aggiornate… Con calma, durante un bel pranzo… Ovviamente: cucina italiana!”

Un caloroso benvenuto ai nostri volontari!