Febbraio 2016

Giornata del Malato: Nazareth si tinge di speranza

(da Christian Media Center)

L’11 febbraio, nel giorno della Giornata Mondiale del Malato, si è svolta nella Basilica dell´Annunciazione a Nazareth una solenne celebrazione liturgica. Ha presieduto S.E. Mons. Zygmunt Zimowski, inviato speciale del Santo Padre e presidente del Pontificio Consiglio per la Pastorale della Salute, insieme alle autorità religiose di Terra Santa.

In prima fila i protagonisti di questa giornata: i malati, cristiani locali ma anche pellegrini che sono venuti per celebrare questa ricorrenza. Tutti qui a rappresentare con le proprie sofferenze i malati sparsi nel mondo. Una celebrazione che si è espressa in varie lingue.

Nel momento dell’unzione degli infermi questa giornata mondiale del malato trova la sua massima espressione: il popolo di Dio si riunisce sotto la Croce e si riconosce bisognoso della cura e della misericordia di Dio.

“La giornata mondiale del Malato – affermava il vescovo Zimowski –  è anche la giornata di chi decide di dedicare la propria vita ad aiutare gli altri”. Un giorno da ricordare per tutti: i medici, gli infermieri, gli accompagnatori e tutti i consacrati che dedicano la vita alla cura e al sostegno di malati e anziani. In mezzo alla folla c’erano anche alcuni volontari di Associazione pro Terra Sancta, che segue alcune attività come la Casa di accoglienza per anziani gestita dalla Società Antoniana e l’assistenza medica alle famiglie a Betlemme.

Erano lì anche per ricordare tutti coloro che l’Associazione aiuta nell’emergenza sanitaria, in Siria, in Giordania e a Gaza.

Sostieni anche tu le nostre attività con i malati e gli anziani!

IMG_2470
IMG_2475
IMG_2402
IMG_2404
IMG_2410
IMG_2497
IMG_2469
IMG_2447
IMG_2467
IMG_2367
IMG_2523
IMG_2385
condividi facebook twitter google pinterest stampa invia