Dicembre 2014

Inizia l’Avvento: scopri come lo vivono i più poveri di Betlemme, e come puoi aiutarli

In questo inizio di Avvento, a Betlemme il sole è tornato a risplendere, dopo il freddo intenso e le piogge ininterrotte dei giorni scorsi.

Dopo il tradizionale ingresso del Custode Pierbattista Pizzaballa insieme agli scout la città si prepara al Natale: un gruppo di operai è alle prese con le luci che presto illumineranno Star Street. A piazza della mangiatoia l’imponente albero di natale è quasi pronto per essere acceso e le bancarelle multietniche del mercatino natalizio hanno preso il posto delle macchine che di solito sostano lì. L’aria ha l’odore degli hummus e dei falafel venduti ai lati della piazza, e i colori dei cappellini dei pellegrini in visita nella città. Le voci dei venditori ambulanti e le grida dei bambini si mescolano alle note della banda musicale ingaggiata in occasione della prima domenica di Avvento.

Al centro diurno della Società Antoniana, anche gli anziani si godono il sole: alcuni fanno stretching all’aperto, altri giocano a carte. Ma il freddo dei giorni scorsi ha ricordato a tutti che l’inverno è arrivato e non fa sconti a nessuno. A Betlemme infatti molte famiglie non hanno acqua potabile a sufficienza né il gas per la cucina o il riscaldamento, e senza  un aiuto quindi rischiano di passare il Natale al freddo.

Per questo è importante sostenere la campagna di Natale dell’Associazione pro Terra Sancta in favore dei poveri di Betlemme. Con il tuo contributo regali ai bambini la possibilità di ricevere un’istruzione migliore, agli anziani un pasto caldo e le medicine di cui hanno bisogno, e alle famiglie un aiuto concreto per far fronte alle esigenze quotidiane più urgenti.

Ogni contributo è fondamentale. Guarda a che punto siamo:

€ 225.000
obiettivo
€ 24.615
raccolto
351
donatori
€ 24.615 raccolto
obiettivo € 225.000

Dona ora per Betlemme!

condividi facebook twitter google pinterest stampa invia
Notizie correlate:

Betlemme: dopo 2000 anni, la bellezza e la semplicità di un evento che ha cambiato l’umanità (Dicembre 2018)

Betlemme: la mostra “Mille volte Natale” nella città dove è Natale ogni giorno (Ottobre 2018)

Le mani e il cuore di Mattia, fiositerapista volontario a Betlemme (Marzo 2018)

Nuovo indirizzo tecnologico del Terra Sancta School di Betlemme: una scommessa all’avanguardia (Marzo 2018)

Natale a fianco dei bambini malati di Betlemme (Dicembre 2017)

Ci incontreremo con la musica. Il corso di Musicoterapia a Betlemme (Agosto 2017)

Il lavoro di Naila, assistente sociale a Betlemme (Agosto 2017)

“Accogliere ciascuno come se fosse Gesù in persona”: a Betlemme arriva Dar al Majus (Marzo 2017)

Continua l’assistenza alle Pietre Vive di Betlemme: la Fondation Francois d’Assise in sostegno dei bisognosi (Ottobre 2016)

“E…stiamo insieme”, l’estate a Betlemme, per giocare e crescere insieme (Luglio 2016)

Betlemme: si conclude il corso di ebraico per 25 donne madri di famiglia (Maggio 2016)

Jamila, un’anziana donna di Betlemme senza assistenza (Gennaio 2016)

Personaggio del Mese: Hani, giovane direttore del coro della Custodia (Dicembre 2015)

Betlemme, il “caldo” regalo del Pilgrims Residence Hotel (Novembre 2015)

Incontriamo la famiglia di Mariam, bambina di Betlemme (Novembre 2015)

Qui tutti siamo nati: un documentario sugli anziani protagonisti della storia di Betlemme (Novembre 2015)

Dona un Natale di speranza a Betlemme (Novembre 2015)

Campo estivo a Betlemme, l’entusiasmo dei più piccoli (Luglio 2015)

La lista nozze? Un dono speciale per Betlemme (Giugno 2015)

Classi rinnovate e sicure: sorpresa per i piccoli alunni dell’asilo Santa Caterina di Betlemme (Aprile 2015)